mercoledì 24 ottobre 2018 -
Sei il visitatore numero: 125.281
Fai diventare questo sito la tua Home Page Aggiungi questo sito tra i tuoi preferiti Contattaci  Facebook Twitter
Suore di
San Giovanni Battista


Circonv. Cornelia, 65
00165 Roma
Tel. 06.66016445
Fax 06.6637763
battistine.segr@libero.it
seg.genbattistine@cssjb.org

<
Battistine nel mondo


Home Page > Battistine nel mondo > Provincia Americana > IL BENE CHE SI FA

IL BENE CHE SI FA
Il bene che si fa rimane per sempre


 

IL BENE CHE NASCE DALLA SOLIDARIETA'

 

 

Per quasi una settimana la meteorologia ha dato l’allerta per la previsione dell’imminente uragano tropicale denominato “Sandy”, che al culmine della sua velocità, si è precipitato dai Caraibi verso la costa Atlantica di New York. Allo stesso tempo, i meteorologi annunciavano una tempesta invernale proveniente dall’ovest, anche questa diretta a New York.

La loro previsione subito destò paura e preoccupazione: le due tempeste si sarebbero incontrate, trasmettendosi energia a vicenda e dando origine ad un super uragano, causando un evento di incalcolabile intensità. La potenza distruttiva in simile tempesta avrebbe superato di molto qualsiasi altra avvenuta nella storia meteorologica di questa area: danni tremendi erano da aspettarsi dal vento e dalla pioggia ma, principalmente, dalle alte ondate sulle coste con conseguenti inondazioni. Fu ordinata l’evacuazione di tutte le aree costiere della città di New York, incluso il borgo di Staten Island.

La tempesta è arrivata la sera del 29 ottobre 2012. Durante tutta la notte i venti urlavano e onde marittime altissime sbattevano contro la costa. Un muro di acqua di circa 12 metri di altezza  invadeva inesorabilmente per un miglio il territorio, schiantando case che mai si pensava potessero essere danneggiate. La luce del mattino ha rivelato la portata della devastazione che si poteva definire soltanto con una parola: “terrificante”. Perdite furono registrate ovunque: in alcuni casi, le abitazioni con i loro inquilini furono spazzate e trascinate completamente verso il mare; famiglie evacuate ritornavano per cercare le loro case svuotate dei loro beni, macchine erano viste sui tetti e barche nei recinti delle case. La potenza dell’acqua aveva distrutto ogni barriera e portato via tutto ciò che aveva trovato. Però, in oltre 30 casi più tragici, le perdite più dolorose sono state quelle dei cari: giovani e vecchi  che erano morti.

Dopo la distruzione è apparso un arcobaleno: segno di speranza e di soccorso.

Le Suore Battistine di Staten Island, unite con le Parrocchie locali, specialmente quelle di St. Margaret Mary, Holy Rosary e Santissimo Sacramento, così come con diversi gruppi comunitari, sono andate a soccorrere le vittime nelle loro necessità quotidiane. Durante i mesi di novembre e dicembre le Suore hanno raccolto e distribuito vestiti, materiali igienici, medicine e attrezzi per l’organizzazione domestica.

Cucinavano minestroni, preparavano “sandwiches” e servivano la gente nei centri parrocchiali o andando di porta in porta, nutrendo al tempo stesso, vittime e soccorritori volontari.

Insieme con gli alunni di St. John Villa, le Suore hanno formato una rete: “Word of mouth” (viva voce) per aiutare i senza casa a trovare alloggio temporaneo e hanno fatto ancora di più: pregare per loro e confortare quelli che piangevano nell’attesa di potere vegliare i loro morti  e onorarli con le esequie.

Il complesso di St. John Villa è posizionato su un piccolo colle, per questo non ha sofferto danni dalle ondate oceaniche ma, la maggior parte dei nostri alunni vive in aree molto danneggiate  dall’Uragano Sandy.  Gli Amministratori scolastici identificarono 34 ville familiari che hanno sofferto perdite totali o parziali della casa e/o dei beni. Tra questi, molte erano donne sole con più figli.

Mentre le Facoltà e relativo personale lavoravano ogni giorno per portare, amorevolmente, appoggio e sicurezza alle vittime dell’Uragano, l’Amministrazione metteva insieme alunni, amici e associati per aiutare a rispondere concretamente alle loro necessità che erano tante a fronte delle scarse risorse.

E ogni giorno, quella tenace fiducia che aveva il nostro Fondatore nella Divina Provvidenza si materializzava davanti ai nostri occhi: alunni di Villa e le rispettive famiglie hanno creato un conto corrente di “Gift cards” (Carte-regalo) perché la gente potesse acquisire il necessario nelle farmacie e nei negozi che forniscono vestiti e utensili domestici. Scuole e Parrocchie di altri Stati ci hanno contattato, sostenendo la raccolta di fondi e inviando il ricavato a noi per essere distribuito. Benefattori anonimi hanno fatto delle donazioni significative. Una di queste è venuta attraverso la nostra Providence Rest Nursing Home.

Benché ci preoccupasse la prossimità di Providence  Rest alla riva del mare, miracolosamente, questo nostro centro non ha sofferto grande danno ed è stato in grado di dare accoglienza e protezione ai residenti di altri centri costretti ad evacuare.

La generosità di tante persone ci ha consentito di offrire ad ogni famiglia una media di U$ 5.000,00 con cui poter pagare le tasse, fare i ripari più urgenti della casa, acquistare utensili e altro per necessità personali.

Il Natale era vicino e ci sembrava importante celebrare il vero spirito di questo Santo Giorno.

Sostenute dai fornitori di cibo di Villa, le Suore con il personale della scuola hanno offerto una cena alle famiglie del “Sandy”. C’erano regali per tutti e biglietti per il tradizionale Concerto di Natale della High School per quella sera.

Gli sforzi per dare alla gente un sollievo, disperatamente necessario in quelle prime settimane, si erano attenuati. Le vittime dell’Uragano non trovano parole sufficienti per esprimere il loro grazie e gratitudine a coloro che si sono adoperati per aiutarli.

Pian piano, essi stanno ricostruendo la vita e le loro case, ma ancora hanno bisogno della nostra preghiera per acquistare fiducia, senso di sicurezza e mantenere viva la speranza.

Coscienti che più si dona ai bisognosi, più si riceve, le Suore Battistine coinvolte nel soccorso a causa dell’Uragano Sandy, rinnovano la loro forza nel continuo ascolto della voce del Fondatore  che   sempre ripete alle sue figlie:

 

 

“Confidate in Dio, abbiate ferma speranza nella Provvidenza e nulla vi mancherà”.

 




 - 
Vai al dettaglio Justice and Peace

Torna alla pagina precedente
Congregazione Suore di S. Giovanni Battista - P.I. 00993241009 - Ver. 1.0 - Copyright © 2018 Suore di San Giovanni Battista - Disclaimer trattamento dati personali - Powered by Soluzione-web